Faccette estetiche

Le faccette estetiche (chiamate anche faccette di ceramica o faccette dentali) sono delle protesi dello stesso colore dei denti che hanno lo scopo di coprirne la superficie migliorando così l’estetica dentale. Queste coperture vengono attaccate alla parte anteriore dei denti modificandone cosi il colore, la forma e la dimensione.

Come sono fatte?

Le faccette estetiche possono essere realizzate in porcellana o in una resina di materiali compositi. Le faccette in ceramica resistono meglio alle macchie rispetto a quelle in resina, permettono, inoltre, di riflettere meglio la luce simulando le proprietà naturali dei denti. Le faccette in resina, invece, sono più sottili e richiedono una minore diminuzione della superficie del dente per essere posizionate. Per quanto riguarda la scelta del materiale, è consigliato discuterne con il proprio dentista.

Quali tipi di problemi possono risolvere?

Le faccette estetiche vengono di solito utilizzate per risolvere:

  • Denti scoloriti o macchiati;
  • Denti che si sono “abbassati”;
  • Denti scheggiati o rotti;
  • Denti disallineati o di forma irregolare;
  • Eventuali spazi tra i denti.

Qual è la procedura per applicare le faccette estetiche?

Per applicare le faccette sono solitamente necessarie tre visite dal dentista: una per la consultazione e due per fare e applicare le faccette.

Diagnosi e pianificazione del trattamento:

In questa prima parte dovrete spiegare al dentista il risultato che volete ottenere. Il dentista esaminerà i denti del paziente per stabilire quali siano le faccette dentali più appropriate e dirà al paziente come si svolgerà la procedura e i suoi limiti. Il dentista, qualora lo ritenga necessario, potrà eseguire i raggi X o prendere le impronte dentali.

Preparazione:

Faccette estetiche
Applicazione di una faccetta estetica

Per preparare un dente all’inserimento della faccetta, il dentista rimuovere circa 1/2 mm di smalto dalla superficie del dente, ovvero una quantità quasi uguale allo spessore della faccetta. Prima di togliere lo smalto, il dentista valuterà se è il caso di anestetizzare la zona. Prenderà poi l’impronta del dente che sarà poi inviata ad un laboratorio odontotecnico dove verrà costruita la faccetta. Solitamente, ci vogliono 1-2 settimane perchè il vostro dentista per riceva le faccette dal laboratorio.

Applicazione:

Prima dell’applicazione della faccetta, il dente verrà ripulito, lucidato e inciso. Una pasta speciale viene applicata sulla faccetta che viene poi posta sul dente. Una volta posizionata correttamente, il dentista punta una speciale luce sulla faccetta al fine di attivare i composti chimici presenti nella pasta facendola indurire molto rapidamente. La pasta in eccesso viene poi rimossa. Il dentista può chiedere al paziente di tornare per una visita di controllo dopo un paio di settimane per esaminare come le gengive stanno rispondendo alla presenza della faccetta e per controllare che questa non abbia subito spostamenti.

Le faccette dentali hanno una durata che può variare dai 5 ai 10 anni, dopodichè vanno rimpiazzate.

Le faccette estetiche richiedono cure particolari?

Generalmente non sono richieste cure particolari. E’ importante continuare a seguire le pratiche per una buona igiene orale cosi come si farebbe normalmente. Di particolare importanza sono la spazzolatura, il filo interdentale e il collutorio.
Anche se le faccette in ceramica resistono alle macchie, il dentista può raccomandare di evitare o diminuire cibi e bevande che le causano (caffè, tè, o vino rosso).

Quali sono i vantaggi delle faccette estetiche?

Le faccette permettono di ottenere i seguenti vantaggi:

  • forniscono al dente un aspetto naturale;
  • la porcellana non causa problemi al tessuto gengivale. Non sono quindi nocive per la nostra salute gengivale;
  • sono resistenti alle macchie;
  • permettono di far apparire i denti più bianchi;
  • permettono di aggiustare la forma del dente.

… E gli svantaggi?

Tra gli svantaggi troviamo:

  • la non reversibilità del processo;
  • l’impossibilità, di solito, di aggiustare la faccetta in caso di scheggiatura o rottura;
  • possibilità che il dente divenga più sensibile a causa della rimozione dello smalto
  • impossibilità di fare lo sbiancamento dei denti.

Leave a Reply